You are currently viewing Sardegna, non solo mare – Trekking per il Canyon di Gorropu

Una giornata attiva a contatto con la natura che vi porterà direttamente nel ventre di uno dei canyon più selvaggi, affascinanti e maestosi d’Europa, la gola di Gorropu. Un’escursione che può essere fatta in completa autonomia, seguendo le indicazioni del percorso ben definito. Uno dei punti di partenza è il parcheggio nei pressi del ponte “Sabba arva“, territorio di Dorgali e la durata del percorso è di circa 1 ora e 45 minuti e 8,6 km. Il sentiero è prevalentemente pianeggiante e costeggia da un lato il Rio Flumineddu e dall’altro una grande parete calcarea del Supramonte.  

Sentiero per il Canyon di Gorropu

Apprezzerete panorami mozzafiato, paesaggi in continua evoluzione e avrete la possibilità di fare il bagno nelle acque fresche e smeraldine di piccole piscine naturali. La macchia mediterranea, ricca di ginepri, tassi, oleandri, corbezzoli e della specie botanica endemica a rischio di estinzione Aquilea di Gorropu, vi circonderà fornendovi zone d’ombra rinfrescanti. Con un po’ di fortuna potrete incontrare martore, cinghiali, volpi, mufloni, gatti selvatici e ghiri e nelle zone più alte delle pareti, guardando in alto, potrete vedere l’aquila reale che nidifica in queste zone. Dopo circa 6 km si arriva nei pressi della Gola (ingresso € 5 a persona).

Trekking per Gorropu

Indicazioni per il Canyon di Gorropu

All’interno vi sentirete completamente circondati dalla maestosità di questo corridoio naturale, le due scogliere calcaree, alte poco meno di mille metri, vi faranno alzare gli occhi fino al punto in cui si avvicinano a toccare.

Lascia un commento